Dozza

Assessore bacia legale Lgbt minacciata

Un fiume di magliette rosse e arcobaleno ha "invaso" le strade di Bologna, per il Gay Pride, aperto da un plateale bacio di solidarietà tra l'assessore comunale Matteo Lepore e la legale dei diritti lgbt Cathy La Torre, entrambi minacciati di morte su Facebook nei giorni scorsi. Diecimila persone hanno marciato in un Bologna Pride che quest'anno ha anche aderito all'appello di Libera, Arci, Anpi e Legambiente "contro le politiche razziste di immigrazione del nostro Paese". Per questo le magliette rosse, per ricordare i migranti morti in mare e accendere i riflettori su quella che Don Ciotti ha definito "l'emorragia di umanità". In corteo, anche il sindaco Virginio Merola, con il cartello 'Love is the answer', la senatrice del M5S Michela Montevecchi, lo storico attivista ed ex parlamentare gay Franco Grillini, accanto a Lepore e La Torre. L'avvocata nell'ultimo mese è stata minacciata di morte tre volte: "Oggi mi sento sicura - ha detto - è negli altri giorni che mi sento privata della libertà".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie